Italiano English
Pubblimarket 2

Settimane Musicali_Il jazz di Lino Patruno approda a Grado

Sarà ancora un concerto dedicato al jazz quello di mercoledì 18 per la rassegna “Settimane Musicali” di Grado: Lino Patruno, il più grande interprete italiano del dixieland di New Orleans è ospite all’Isola del Sole nell’ambito della rassegna organizzata dall’Orchestra Filarmonica di Udine con il Comune di Grado, la Regione FVG e la CaRiGo, e che sta animando con successo l’estate gradese.

18.08.2010

La serata di mercoledì è all’insegna di quel genere reso celebre da Bix Biederbecke e reinterpretato dal versatile musicista, vero e proprio depositario delle origini del jazz in Italia. L'appuntamento è per le ore 21, come sempre al Palacongressi di Grado (GO).
La versatilità di Lino Patruno l’ha fatto apprezzare a livello mondiale come musicista jazz, attore di cabaret, teatro e cinema, compositore di colonne sonore, sceneggiatore e produttore cinematografico, organizzatore di festival jazzistici, presentatore e regista televisivo.
Nato a Crotone, Patruno inizia la carriera militando nelle prime jazz band che cominciavano a farsi conoscere nella Milano degli anni ’50. Nel 1964 assieme a Roberto Brivio, Gianni Magni e Nanni Svampa costituisce “ Il Teatrino Dei Gufi”, primo esempio di cabaret italiano ispirato a quello francese. Dalle cantine milanesi i Gufi si trasferiscono in teatro portando i loro spettacoli in giro per l’Italia fino al 1969. Nei primi anni ’70, assieme a Nanni Svampa e Franca Mazzola, continua l’attività teatrale e cabarettistica realizzando anche per la RAI alcune serie televisive di grande successo ai tempi d’oro della televisione. Nel frattempo torna ad occuparsi di jazz e realizza una serie di dischi e di programmi televisivi con alcuni fra i grandi interpreti di fama internazionale come Albert Nicholas, Joe Venuti, Bill Coleman, Wingy Manone, Bud Freeman, Teddy Wilson, Peanuts Hucko, Bob Haggart, Dick Cary, Jimmy McPartland, Eddie Miller, Billy Butterfield, Spiegle Willcox, …). Partecipa a numerosi festival cui quello di Sanremo nel 1963, quello di Nizza, Lugano, Davenport (USA), Libertyville (Chicago), ecc. Nel cinema lavora, fra gli altri, con Fellini, Carlo Lizzani, Pupi Avati e Nanni Loy.
Per anni dirige alcuni Festival del Jazz (anche da lui ideati), tra cui quello di Sirmione assieme a Romano Mussolini e nel contempo è costantemente impegnato in un’intensa attività discografica insieme ad artisti jazz di livello internazionale. Sono del 2006 prestigiosi premi come il Globo d’Oro della Stampa Estera, il Premio Fregene per Fellini e la nomination al David di Donatello per la migliore canzone originale per il film “Forever Blues”. Attualmente il portale internet della RAI sta mandando in onda on line il suo programma in 40 puntate “Jazz Me Blues”.
A Grado Patruno sarà accompagnato da Fabrizio Cattaneo (tromba e voce), Nino Calcagno (trombone), Claudio Perelli (clarinetto e sax), Paolo Alderighi (painoforte), Franco Finocchiaro (contrabbasso) e Walter Ganda (batteria).
Prevendita biglietti presso l'Ofu, 0432 46468, 335 6085520.