Italiano English
Pubblimarket 2

Consigli per un Email Marketing di successo

L’Email marketing è, senza dubbio, uno mezzo molto potente, ma molto spesso viene utilizzato nel modo sbagliato.

10.04.2015

Progettare campagne di email marketing di successo è diventato un compito sempre più complesso. Ogni utente riceve decine di mail al giorno, fattore che sommato alla sempre minore disponibilità di tempo si traduce in una riduzione della soglia d’attenzione. Molte mail vengono cestinate senza neanche essere aperte, mentre altre vengono aperte ma lette distrattamente. Ottenere un open-rate e un click-rate alto non è semplice, ma ci sono accorgimenti che non dovrebbero mai essere sottovalutati quando si progetta una campagna.

Scopriamo insieme alcune indicazioni che possono essere utili:

1. Definire in maniera chiara obiettivi e strategie
L’invio di email non deve mai essere fine a se stesso ma deve sempre rispondere al raggiungimento di obiettivi precisi. Ecco perché è importante che le campagne seguano le linee guida imposte dal piano marketing e che siano coerenti con gli obiettivi di comunicazione dell’azienda.

2. Pensare ad un oggetto appropriato
L’oggetto è la parte più importante della vostra email, in quanto spingerà l’utente ad aprire o meno il messaggio. L’oggetto deve incuriosire, essere efficace e condensare in poche parole il contenuto della mail. Evitate l’utilizzo eccessivo della punteggiatura, del maiuscolo, dei caratteri speciali.

3. Limitare il numero di email inviate
Inviare un numero eccessivo di mail è altamente sconsigliato: otterremo tassi molto alti di cancellazione dagli elenchi, oppure, nella migliore delle ipotesi, che le mail vengano ignorate o cancellate. A seconda dell’attività che svolge l’azienda, è consigliabile inviare al massimo 2-3 invii al mese, un numero di comunicazioni che sarà sufficiente per informare e farsi ricordare.

4. Spedire al momento giusto
Un’ottima mail è inutile se inviata nel momento sbagliato. È sconsigliabile inviare comunicazioni il lunedì ed il venerdì, perché sono giorni in cui si accumulano il maggior numero di mail alle quali le persone devono rispondere. I giorni più indicati soni quelli centrali della settimana ed è preferibile fare in modo che le persone ricevano le mail in mattinata.

5. Permettere la cancellazione in modo facile e chiaro

L’unica cosa più dannosa di una procedura di cancellazione difficile è quella di non dare la possibilità di cancellarsi. Ogni mail dovrebbe contenere un link grazie al quale è facile disiscriversi da una newsletter o da una mailing list. Forzare i clienti a ricevere delle mail è inutile e controproducente.

6. Optare per email sintetiche
Il tempo che le persone hanno a disposizione per leggere le mail è sempre meno, per cui è preferibile scrivere poche parole ma significative, organizzate in: titolo, sottotitolo, testi brevi e links che rimandino ad un sito Web.

7. Analizzare, misurare e migliorare

Il pregio più grande delle campagne di email marketing è quello che possono essere analizzate in maniera molto precisa, permettendoci di valutarne l’efficacia. Per questo motivo è bene stabilire delle metriche e monitorarle nel tempo, per capire l’impatto di ogni campagna e per poter eventualmente effettuare dei miglioramenti in futuro.