Italiano English
Pubblimarket 2

Conferenza Stampa di presentazione del Festival "Grado Giallo"

Si è tenuta oggi presso il Palazzo della Regione di Udine la conferenza stampa di presentazione della terza edizione di “Grado Giallo”, il festival letterario dedicato al genere giallo-noir in programma a Grado dall’1 al 3 ottobre 2010. Dedicato al tema “I misteri dell’Italia che cambia: crimini ambientali, ecomafie e fantapolitica”, il festival propone un ricco calendario di appuntamenti che spazieranno dagli incontri con gli autori, alle conferenze, agli spettacoli, ai laboratori per bambini fino agli eventi enogastronomici a tema.

11.09.2010

Interventi_Conferenza stampa di presentazione del Festival letterario “Grado Giallo”
Palazzo della Regione_UDINE_ Sala Pasolini
Lunedì 13 settembre 2010

 

Dott. Gaetano Valenti_Pres. I Comm. Consiliare Permanente del Consiglio Regionale FVG
“Ringrazio il Comune di Grado e gli organizzatori del Festival per aver creduto in questa interessante iniziativa culturale che anno dopo anno sta acquistando sempre più importanza per l’alto potenziale turistico e costituisce un perfetto esempio di turismo culturale, reso possibile dall’investimento congiunto di Comune e Regione. Si tratta di un eccellente strumento di valorizzazione di una città da sempre distintasi per la sensibilità verso la cultura ed un esclusivo patrimonio storico-architettonico.”


Dott.ssa Flavia Moimas_Dirigente Area Cultura_Comune di Grado (GO)
Curatrice Festival letterario “Grado Giallo”

“Per l’edizione 2010 di Grado Giallo si è scelto di approfondire i tanti misteri italiani, dai crimini ambientali alle ecomafie, fino alla fantapolitica, con un approccio pragmatico e un forte legame con l’attualità. Inoltre, una delle principali novità dell’edizione 2010 è l’apertura al cinema, con due importanti proiezioni organizzate grazie alla collaborazione con La Cappella Underground di Trieste. Immancabili, naturalmente, anche gli appuntamenti per i bambini e i tanti eventi enogastronomici, in primis le cene con delitto, particolarmente apprezzate dal pubblico, cui si aggiungerà anche la presentazione in anteprime di un nuovo gioco di carte ispirato al giallo. Si conferma quindi la fedeltà del festival a una formula di successo che intreccia letteratura e intrattenimento, attraversando tutti i generi e adattandosi a un pubblico quanto mai eterogeneo.”


Prof. Elvio Guagnini_Prof. Ordinario Letteratura Italiana Università degli Studi di Trieste
Coordinatore Festival letterario “Grado Giallo”

“Grado Giallo è nato come incontro fra “addetti ai lavori” ed è poi diventato un festival, in cui agli incontri letterari si sono affiancate iniziative di intrattenimento e svago che hanno visto una partecipazione corale della città di Grado. Dalle vetrine dei negozi al menù dei ristoranti, fino alle divise dei camerieri: per tre giorni tutto a Grado richiama il giallo. Per la terza edizione si è scelto lo speciale tema dei generi del mistero, per cui ci sarà modo di parlare di “Italian Spy Story” e “Misteri d’Italia”, con la presentazione del controverso libro “Strage” di Macchiavelli, la cui prima stampa è stata ritirata dopo soli cinque giorni. Inoltre, si discuterà di “Ecomafia”, termine coniato da Legambiente, ideatrice della collana “verde Nero” delle Edizioni Ambiente, dedicata ai crimini ambientali. Tematiche di grande attualità, che vogliono fungere da stimolo per conoscere e approfondire un genere che in passato era ritenuto di “Serie B” ma che sta acquisendo sempre maggior autorevolezza e considerazione.”

 


Dott. Marco Giovanetti_Scrittore saggista, esperto di letteratura noir_Phd in Italianistica
Comitato scientifico Festival letterario “Grado Giallo”

“Fra gli appuntamenti di maggior interesse, senza dubbio, vanno segnalati gli incontri dedicati a misteri e crimini del nordest, il confronto fra poliziotti e magistrati e l’intervento della polizia scientifica che, oltre a fornire uno sguardo dall’interno sul mondo del crimine e sulle metodologie di indagine attraverso la voce e l’esperienza diretta dei protagonisti dei fatti di cronaca, permetterà di osservare da vicino oggetti e reperti storici custoditi dal Dipartimento di Polizia Scientifica. Inoltre, dopo il successo dello scorso anno, ampio spazio è dedicato ai bambini e ragazzi delle scuole, con le iniziative di Damatrà e i laboratori teatrali.”