Italiano English
Pubblimarket 2

Altri 10 milioni di Euro da Banca della Marca alle imprese agricole ed agroalimentari

L’Istituto Banca della Marca, che fino ad oggi ha già elargito 120 milioni di Euro in favore del comparto agricolo ed agroalimentare, decide di stanziare uno speciale plafond di 10 milioni di Euro per lo stesso settore, obbligato a rispettare le nuove direttive previste dall’ultimo Decreto Interministeriale 19/10/2012 applicativo dell’Art.62. La misura, introdotta nell’ottobre scorso, riduce i termini di pagamento inerenti “l’acquisto di scorte” a trenta e sessanta giorni rispettivamente per le merci deteriorabili e non. Al fine di dare aiuto concreto a tutte le aziende agricole situate nelle Province di riferimento di Treviso e Pordenone, Banca della Marca mette a disposizione finanziamenti a breve fino ad un massimo di 12 mesi, sotto forma di cambiale agraria.

29.03.2013

Storicamente sensibile alle esigenze delle imprese clienti coinvolte nell’attività agricola, Banca della Marca è dotata al proprio interno di un ufficio specialistico per assistere gli imprenditori che necessitano di finanziamenti per la conduzione dei fondi o per coloro che intendono promuovere e sviluppare iniziative di investimento mobiliari ed immobiliari collegate all’attività.

Oltre ad indirizzare ed accompagnare l’Impresa nell’individuazione delle varie opportunità di finanza agevolata prevista per il settore dalla Comunità Economica Europea, dal Ministero dell’Agricoltura e dalle Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia, Banca Della Marca stanzia 10 milioni di Euro per coprire i differenziali di pagamento previsti dall’Art 62 dell’ultimo Decreto Interministeriale 19/10/2012 riguardo “l’acquisto di scorte“. Tale plafond è stato predisposto per assistere al meglio tutte le aziende della Marca e della Provincia di Pordenone che devono rispettare i tempi di pagamento ravvicinati previsti dalla nuova normativa: 30 giorni per le merci deteriorabili e 60 giorni per tutte le altre merci. Per fronteggiare tale adempimento, Banca della Marca mette a disposizione finanziamenti a breve fino ad un massimo di 12 mesi, sotto forma di cambiale agraria. Tale strumento finanziario viene erogato anche per l’anticipo dei contributi pubblici previsti dalla Domanda Unica.

“Il settore dell’agricoltura rappresenta le fondamenta della nostra Banca – dichiara il Direttore Generale Luigino Manfrin - e oggi possiamo confermare con orgoglio e soddisfazione che proprio a suo favore abbiamo già investito fondi per circa 120 milioni di Euro, che rappresentano circa l’8% di quanto investito dal sistema bancario Veneto sul settore specifico”.

Al fine di rendere partecipi gli agricoltori, che in questo momento si stanno approvvigionando di scorte (barbatelle per le nuove viti, sementi, concimi e mangimi) per l’esercizio della propria attività agricola o di allevamento, sono state contattate le Associazioni di Categoria e i Consorzi Agrari che supporteranno Banca della Marca nella comunicazione di tutti i servizi di finanza agevolata e ottenimento della delibera messi a disposizione.

Il credito cooperativo di Orsago si impegna anche nel fornire consulenza in merito a tutte le opportunità finanziarie previste dalle varie Leggi Regionali i cui fondi sono gestiti dalla Società Veneto Sviluppo.